Centro Naturalista Italiano

 

PANAKEIA

 

Confidenze

 

 

 

L’AMORE È VITA

 

 

 

 

 

Conoscere una ragazza e scambiarsi l’amore, è una cosa fantastica. Non esistono limiti, tutto è affascinante: senti scorrere quel brio di felicità della vita sem­plice e bella.

 

Sono innamorato della gioia d’amore. Lei, pur esprimendo odio, mi ama, ne sono convinto. È vero, ho sbagliato! Mi sono lasciato prendere dall’impulsività del maschio. Ho ascol­tato, ma senza dare una ragione al suo pensiero. Ho scelto una strada diversa, anche se devo ammettere, che la sua era migliore. Logicamente, l’amore ha perso il suo respiro ed io, tanto orgoglioso, sono rimasto solo a piangere su ciò che non ha futuro.

 

Ho sentito amore sperando di aiutarla. Ma lei voleva e non voleva essere aiutata. Anche perché le gorgogliava den­tro, tanta voglia di vivere che le sprizzava dai pori della pelle, esprimendo desiderio di vita, per ritrovare ciò che ha sempre sognato e non è riuscita a vivere.

 

 

 

 

 

 

 


L’amore è libertà ed è privo di catene, se non quelle del cuore. Ho cercato di rispettare il suo pensiero. Ma non sono riuscito a farlo. Lei mi ha adorato e odiato per cui sono cosciente che non sarà facile riavere il suo cuore. È come un’anguilla, credi di averla tra le mani mentre ti scivola lontano, sempre più lontano fino a raggiungere l’immenso mare.

 

Può darsi, che l’uomo che naviga nei suoi sogni sia diverso... Forse non so esprimermi...

 

È da tempo che sto lottando per vincere, coltivando con fierezza ciò che di spon­taneo la mente ed il cuore espri­mono.

 

Non sono attratto dal silenzio per rifugiarmi nel sogno, che può diventare difficile da capire. Sono convinto che sia importante parlarsi, capirsi, dire ciò che si pensa per riattivare quel­la stima che si è dispersa nel vuoto.

 

Forse, non mi sentiva uomo. Ma io da uomo, ho amato lei Donna. Per me, è una Donna importante capace di trasportarti dove neanche l’immaginazione ha la capacità di accedere; solo lei è in grado di farlo. È un mito, per me.

 

Più volte esprimeva desiderio di qualcosa, senza saper “cosa”. Ma come poteva cercare, se non sapeva cosa? Lei cercava e basta. Forse per sfuggire alla paura. Ma di che cosa? Certo diceva di saperlo, ma di fatto non lo sapeva. È una Donna forte ma insicura e cerca di  mascherarlo col voler essere gran­de, camuffando certe debolezze, che cozzano con­tro l’amo­re costruito, la­sciandosi così trasportare dalla superficialità, mai messa in discussione. Forse per questo, rifiutava un uomo che si com­portava come tale.

 

Diverse volte, aveva desiderio di correre, di ballare, di ridere, rifiutandosi di andarne oltre, forse per paura di legarsi troppo. Difficilmente diceva ti amo.

 

 

 

 

 


È una donna dal pensiero profondo, ma espresso non di rado con superficialità. Rifiuta o non vuole comunicare con se stessa per non rivivere l’infanzia repressa, che le impedisce di crescere e maturare. Penso che questo sia un discorso molto delicato­­­: potrebbe far male mettere in discussione la propria personalità, è bene che sia lei a farlo.

 

Sento ancora, in certi momenti, il desiderio d’incontrarci per parlare da amici, senza alcuna pre­tesa. Ma lei non vuole e ha ragione, probabilmente.

 

Devo ammettere: è una Donna meravigliosa, e desidera essere amata come tale, con con­cretezza. Solo così, anche se dovesse soffrirne, sarà ripagata nel sentirsi sicura di trovare la chia­ve che possa aprirle la porta del cuore.

 

E allora, il niente sarà tutto. Se ciò che provo per lei è amore, è giusto che la ­­lasci vivere, senza interpormi al suo sentire. E chissà… che un giorno non ritorni…

 

Talvolta, nei sogni, accade!

 

 

 

 

 

Home